Venerdì 5 aprile 2019, dalle 19.00 alle 23.00

Sabato 6 e Domenica 7 aprile 2019, dalle 10.00 alle 18.00

LA RELAZIONE IN MOVIMENTO

Il signore delle mosche

Laboratorio di recitazione a cura di Mattia Fabris

Presso TEATRO PIME via Mosè Bianchi 94 Milano

COSTI: 230€ iva compresa. Quota d’iscrizione non rimborsabile di 50€ da versare entro 02/4/19. Il saldo dovrà essere versato entro il 5/4/19.

Per info: 02/87390039 info@atirteatroringhiera.it

“Il laboratorio avrà come testo di riferimento “IL SIGNORE DELLE MOSCHE” di William Golding e nasce dal desiderio di condividere tre grandi aree di interesse che hanno guidato il lavoro di Mattia Fabris negli ultimi anni:

  1. Allenamento fisico dell’attore (inteso come conoscenza del proprio corpo (consapevolezza di sé) e del proprio corpo in mezzo al gruppo e nello spazio (consapevolezza di sé in relazione agli altri). Si tratta di un lavoro fisico fondato sull’ascolto e sull’attenzione. Un lavoro corale volto alla costruzione di un gruppo in cui partecipanti posano intendersi e comunicare nel modo più sottile ed essenziale possibile. Sostanzialmente un lavoro sulla..Relazione.
  2. Relazione. Come sia fa a stare in relazione. Cosa comporta? A cosa devo prestare attenzione? Su cosa devo concentrarmi e cosa invece è fuorviante al fine della relazione? Come faccio ad allenare la capacità si “stare” in dialogo? Come posso far si che le mie battute siano fatti e non parole? Azioni e non illustrazioni?
  3. Messa in scena di storie “rubate” alla letteratura e alla narrativa. Da 5 anni mi è capitato e ho scelto di mettere in scena “storie” che provengono dal mondo della narrativa e della letteratura. Si tratta di tradurre in azione teatrale e azione relazionale, un testo nato per la narrazione scritta. Ciò che ne risulta è un lavoro narrativo che procede contemporaneamente su due piani: quello del racconto e quello della azione. I due piani sono costantemente presenti e si sostengono e compensano a vicenda.
    Ai partecipanti sarà richiesta la conoscenza del libro “Il signore delle mosche” e l’apprendimento di un brano tratto da esso e indicato per tempo dall’organizzazione.”

Curriculum Mattia Fabris

Si è diplomato come attore presso l’“Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi”(1996). Nel 1997 entra a far parte come socio fondatore della compagnia teatrale ATIR, con la quale ha partecipato nel ruolo di attore ai seguenti spettacoli, tra gli altri, con la regia di Serena Sinigaglia: “Romeo e Giulietta” di W. Shakespeare, “Baccanti” da Euripide, “Come un Cammello in una grondaia” tratto da “Lettere di condannati a morte della Resistenza Europea” di Malvezzi e Pirelli, “Where is the wonderful life” di Renata Ciaravino, “Lear- ovvero tutto su mio padre” da William Shakespeare, “Troiane” di Euripide, “1989 – Crolli”, “Donne in parlamento” di Aristofane, “Nozze di Sangue” di Garcia Lorca. Nella preparazione degli spettacoli “Lear” e “Troiane” e nei laboratori di formazione della compagnia riveste il ruolo di trainer fisico. Ha lavorato come attore con Gigi dall’Aglio (“Terrore e miseria del terzo Reich” – 1996), Gabriele Vacis (“La rosa tatuata” – 1997 e “Vocazione” – 2004), Bob Wilson (1997), Cristina Pezzoli (“La fine di Shawuot” – 2008/2009). Svolge attività di formazione presso Atir Teatro Ringhiera, la scuola “Campo teatrale” e in svariate altre realtà formative teatrali.